Marquez vince in solitaria, dietro tutto distrutto...


Successo e primato per MM 93 ma gli avversari escono di scena, anche a causa della condotta di gara di Lorenzo. Iannone al secondo podio e Rossi fa il giro del mondo

Marc Marquez (Repsol Honda) vince con distacco il GP di Spagna. Un successo netto per il campione del mondo che arriva dopo che, i principali rivali in campionato, sono protagonisti di un incedente che li metterà fuori gara.

Johann Zarco centra il secondo podio stagionale ed è in corsa iridata, mentre Andrea Iannone è per la seconda volta consecutiva nelle posizioni che contano e Suzuki là con i migliori ancora. Un inizio che non si vedeva da dieci anni per la Casa di Hamamatsu e per il pilota di Vasto è la prima doppietta.

Oltre al successo con il quale il pilota HRC sale in vetta alla classifica iridata (70 punti) il risultato finale si decide al giro 18. Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo (Ducati Team) lottano per il secondo posto, il forlivese ha la meglio sul numero 99  che stringe la traiettoria per chiudere la posta a Dani Pedrosa (Repsol Honda). Si toccano e coinvolgono l’incolpevole Dovizioso. Tutti e tre sono fuori gara.

Fino ad allora la prova di Lorenzo era stata buona, partito dalla seconda fila si era messo all’inseguimento di Marquez. Ma era Dovizioso ad avere il passo migliore prima della usciata di scena, forzata. Dopo l’avvio della ottava piazza recupera e con un grande passo è lì a giocarsi il podio. Con la caduta perde il primo posto iridato.

Fuori scena anche Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol), l’autore della pole è vittima di due cadute. Esce di scena anche Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) nel  corso quinto giro. La gara perde un protagonista.

Assoluto lottatore è invece Iannone che ha la meglio nella lotta tutta italiana per l’ultimo gradino del podio. The Maniac doma Danilo Petrucci e Valentino Rossi. Nel finale si accende il duello tra il ducatista e il Dottore, in grande recupero dopo la partenza dalla quarta fila ma sarà quinto finale. Al di là della posizione è una gara storica per il Dottore che, al giro numero 15 compirà, come chilometri in carriera, il giro della terra. 40.075. Maverick Viñales (Movistar Yamaha MotoGP) chiude come settimo e resta terzo in campionato a 50 punti dietro a Zarco (58).

Grande prova per Franco Morbidelli che, per tutti i giri resta, attaccato ai primi e termina come nono. È il primo ingresso nella top 10 per il rookie del team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS.

Mika Kallio (Red Bull KTM Factory Recing) scende in pista come tester e chiude come migliore dei piloti ufficiali, decimo.

Prossimo appuntamento il GP di Francia, che inizierà venerdì 18 maggio sulla pista di Le Mans ma domani, lunedì 7, la classe regina si fermerà sulla pista andalusa per i test ufficiali.


Commenti su questo Articolo
Aggiugi il tuo commento